capodannoumbria.com - eventi, agriturismi, discoteche, hotel, tutto su come festeggiare il capodanno in Umbria

Info e Prenotazioni:

Scrivici info@capodannoumbria.com

Capodanno in Umbria per famiglie con bambini

Cerca le opzioni disponibili adatte per Famiglie con bambini, per la notte di Capodanno in Umbria e vicinanze

In che modo celebrare l'ultimo giorno dell'anno con le migliori proposte che includono il target di tipo famiglie con bambini, in Umbria e zone vicine. Scopri di seguito alcune delle nostre opportunità.

Vedi anche:

Per ottenere maggiori informazioni su offerte per target di tipo famiglie con bambini, per Capodanno in Umbria e vicinanze, contattaci tramite il form presente in fondo a questa pagina.

L’Umbria, una regione ricca di paesaggi naturali e storia, è il luogo migliore in cui iniziare il nuovo anno in famiglia. Tra i mercatini di Natale, decorati da maestosi alberi e luccicanti luci colorate, di Assisi e Perugia potrai degustare il tipico cibo della regione e visitare i luoghi di culto e interesse che più caratterizzano la zona.

Cosa visitare per Natale e Capodanno in Umbria?

Per iniziare il nostro tour si consiglia un’esplorazione culinaria in giro per la regione. Per prima cosa vi si consiglia di assaggiare il pane “sciapò”, dolce e ad alta lievitazione. Poi potrete fare un pit stop di focacce e torte al testo presso Perugia per poi lasciarvi sorprende dalla ciaccia, una particolare e morbida focaccia farcita di città di Castello. Vi si consiglia, poi, una lunga sosta presso Norcia dove potrete assaggiare la cacciagione del posto in qualche osteria e degustare i salumi per cui è conosciuta. Per i palati dei più piccini servirà un pizzico di dolcezza quindi si consiglia una visita presso la fabbrica dei baci perugina presso Perugia, dove tra attività e un tour nella storia dell’azienda, potrete degustare tutti i tipi di cioccolato da essa immessi sul mercato e, infine, potrete assaggiare le famose frappe, delle frittelle pasta sfoglia.

Durante questo tour culinario potrete fare una sosta ad Assisi e visitare il Santuario di San Francesco con la annessa tomba, il Santuario di Santa Chiara, il Santuario di San Damiano e, scendendo presso Santa Maria degli Angeli, la Porziuncola. Questi sono i luoghi che caratterizzano la vita del Santo Francesco, Santo che ha rivoluzionato la chiesa del suo tempo e che ha permesso a noi di poter godere di questo spiraglio di paradiso che la città offre. Presso il Santuario della Porziuncola potrete vedere, insieme ai vostri piccini, il museo ad esso connesso che racconta il periodo di giacenza del Santo in questo luogo. La piccola Porziuncola vi farà sentire a casa in essa si può toccare la pace interiore.

Quali sono gli itinerari divertenti per famiglie con bambini in Umbria?

Nel periodo natalizio, tra le attività da provare nella regione, ci sono i laboratori manuali di Nanni dove, tra i chioschetti dei mercatini di Natale, i più piccoli potranno fare laboratori di impasto di pasta e pane. Qui potrete visitare anche l’omonimo palazzo. Presso Gubbio potrete visitare una mostra dedicata ai dinosauri che riporta delle riproduzioni in scala reale delle creature del Cretaceo. D’obbligo è una sosta al Museo del giocattolo di Perugia. Il Museo del giocattolo è un posto magico che permette a grandi e piccini di conoscere ed apprezzare i giochi che hanno accompagnato le vecchie generazioni. Un’area di 300 mq, infatti, ospita più di 2000 giocattoli d’epoca come macchinine da corsa, bambole, antiche trottole, burattini, marionette e infine Barbie e giocattoli dei nostri giorni.

Una occasione unica nell’epoca degli smartphone, per ricordare che ci si può divertire anche con giochi semplici. Un percorso insolito ma decisamente interessante dal 1700 a oggi. L’organizzazione, inoltre, propone molti eventi e laboratori periodici per i più piccini. Quale meta migliore di un museo del giocattolo per il periodo in cui la magia del Natale ne fabbrica a bizzeffe per rendere felici tutti i piccini.

Quali sono gli itinerari culturali per famiglie con bambini in Umbria?

Nella zona sono consigliati anche musei e attrazioni culturali per rendere sempre più ricca la vostra permanenza in regione e per permettere ai vostri figli di conoscere al meglio il luogo e la sua storia. La vostra prima sosta potrebbe essere la Galleria Nazionale dell’Umbria (Corso Vannucci, Perugia) dove potrete ammirare esposizioni d’Arte riguardanti la storia della regione ma anche di carattere religioso.

Ricordiamo che l’Umbria, grazie alla presenza di Assisi, è una delle più frequentate mete di pellegrinaggio del nostro paese. Dicembre, tra l’altro, è il mese in cui la città si riempie di pellegrini da tutto il mondo per mirare i presepi che il luogo mette in mostra. San Francesco fu il primo a istituire questa tradizione e all’interno del Santuario a lui dedicato potrete mirare un presepe con statue ad altezza d’uomo. Presso la Porziuncola, a Santa Maria degli Angeli, nella parte museale del santuario vengono allestiti numerosi presepi donati da comunità cristiane provenienti da tutto il mondo, è una visione imperdibile.

Vi si consiglia, anche, una visita a La Rocca (Piazza G.Bruno, Perugia), uno dei castelli più famosi della zona in cui vengono organizzate mostre di ogni tipo. E, infine, per appassionare i nostri piccoli non può mancare una visita al Pozzo Etrusco (Perugia) dove i vostri bimbi potranno sentirsi vicini a un’ambientazione che rimanda a Re Artù e i cavalieri della tavola rotonda.

Quali sono gli itinerari paesaggistici e naturali per famiglie in Umbria?

Per terminare il vostro soggiorno prima di festeggiare il nuovo anno vi si consiglia una visita presso l’Eremo delle Carceri un’altura in Assisi dove, oltre a visitare il santuario istituito in onore di San Francesco e della sua permanenza del luogo, potrete anche godervi un panorama mozzafiato.

Si consigliano gli itinerari di Giano dove, scegliendo fra tre percorsi, potrete godervi il panorama della città. Infine, si consiglia una passeggiata nel Parco fluviale del Nera dove potrete mirare una grotta illuminata e attraversata dalle acque dell’omonimo fiume. Importante è la storia del luogo per il rapporto tra l’uomo e queste acque, in prossimità di questo fiume si hanno le prime testimonianze di presenza umana nel luogo.

L’Umbria è una regione a metà tra medioevo e presente, non fu dilaniata dalla Seconda Guerra Mondiale poiché Assisi era la città ospedaliera del tempo e pertanto immune alla distruzione. In merito a ciò vi è un museo presso Assisi che racconta la storia e il ruolo del luogo nel contesto della Seconda guerra Mondiale.

Si consiglia questa meta per il vostro Capodanno poiché, soggiornare qui, scolpirà nei vostri ricordi e in quelli dei vostri figli, momenti di condivisioni che resteranno per sempre nei vostri cuori. Qui, tra una torta al testo, del buon cioccolato e due bollicine sarete tutti pronti a godervi i botti che inaugurano il nuovo anno.

CONTATTACI

Inserisci il Codice di sicurezza:
1041
back to top